Cos’è il mangiare intuitivo? 3 Principi principali del mangiare intuitivo

L'alimentazione intuitiva è un modello di stile di vita che mira a recuperare un rapporto sano con il cibo e le abitudini alimentari.

 

Cos'è il mangiare intuitivo?

L'alimentazione intuitiva è uno stile di vita che sottolinea l'essere in sintonia con i segnali interni del tuo corpo, come la fame fisica, l'energia e i segnali di benessere, con l'obiettivo di rendere le scelte alimentari un processo naturale. A volte chiamato "nutrizione dolce" o "anti-dieta", l'alimentazione intuitiva scoraggia le tattiche tradizionali di dieta come il conteggio delle calorie, la limitazione dei "cibi malsani", la progettazione di piani di pasto restrittivi, o il rispetto degli orari dei pasti programmati.

Il modello alimentare intuitivo deriva dal lavoro delle dietiste Elyse Resch e Evelyn Tribole, che hanno pubblicato la teoria nel 1995. Un modello correlato è il "mindful eating", un concetto che abbraccia la soddisfazione ma include anche un approccio alla dieta tradizionale con porzioni limitate.

 

Come funziona il mangiare intuitivo?

Il mangiare intuitivo è un processo di stile di vita piuttosto che una lista di controllo di una dieta una tantum – ecco come funziona il processo:

Rifiuta la cultura della dieta. Il primo passo del mangiare intuitivo è quello di abbattere i tuoi preconcetti sulla dieta e sul tuo rapporto con il cibo. Questo varia da persona a persona – per esempio, lasciare andare la nozione della "mentalità della dieta" che un peso inferiore significa più sano o che la restrizione alimentare è fisicamente o moralmente superiore al mangiare ciò che si desidera.

Sviluppa di nuovo la tua intuizione riguardo al cibo. Il cuore del mangiare intuitivo è riaccedere alla vostra intuizione sul cibo. I bambini nascono con un senso naturale del cibo – piangono quando hanno fame e mangiano finché non soddisfano la loro fame – e il mangiare intuitivo mira a recuperare quel ciclo per i mangiatori adulti.

Fate il check-in con il vostro corpo. La chiave del mangiare intuitivo è prestare attenzione alla reazione del tuo corpo ai diversi cibi e ai diversi modelli alimentari – per esempio, prendendo nota di quali cibi ti danno più energia, quali orari dei pasti funzionano meglio per il tuo corpo, o quanto cibo in una sola seduta soddisfa la tua fame. Man mano che aumentate la vostra consapevolezza alimentare, sarete in grado di fare le scelte alimentari che servono le vostre esigenze uniche e alla fine diventerete intuitivi.

 

3 principi principali del mangiare intuitivo

Ci sono alcuni principi del mangiare intuitivo, tra cui:

Rispetta te stesso. Molte diete possono rafforzare il pensiero malsano sul vostro corpo o le vostre emozioni – per esempio, dando la priorità alla perdita di peso rispetto alla salute, preoccupandosi di mangiare sano, o rimproverando la pratica del mangiare emotivo. Il mangiare intuitivo è una non-dieta, in cui l'obiettivo è quello di rispettare il tuo corpo e le tue emozioni, rilasciando le idee della cultura della dieta come la restrizione o l'auto-deprezzamento.

Datti il permesso incondizionato di mangiare. Mentre la maggior parte dei programmi di dieta si concentrano sulla restrizione della vostra dieta in qualche modo – sia in calorie, benefici per la salute, o macro come i carboidrati – il mangiare intuitivo si concentra sulla rinuncia al mangiare limitato o disordinato e abbracciare il permesso incondizionato di mangiare ciò che si vuole, quando si vuole mangiare. Soddisfacendo le vostre voglie, potreste scoprire che gli alimenti che una volta erano "off-limits" non sono così attraenti quando non sono limitati.

Cercate la soddisfazione. L'obiettivo di un pasto per un mangiatore intuitivo è il fattore soddisfazione, al contrario della restrizione o anche della sazietà. Molti mangiatori intuitivi sottolineano l'importanza di prestare attenzione al sapore di ogni cibo, permettendoti di godere di ogni morso e di sentire i tuoi segnali di sazietà. Quando si è veramente soddisfatti di un'esperienza alimentare, si prova un senso di appagamento emotivo e si smette naturalmente di mangiare; quando non si è soddisfatti, ci si può accorgere di ricorrere a spuntini supplementari che possono farvi sentire frustrati o malsani.

 

Considerazioni sul mangiare intuitivo

Ecco alcune cose da tenere a mente se state considerando il mangiare intuitivo:

La perdita di peso non è l'obiettivo. La considerazione principale da tenere a mente con il mangiare intuitivo è che non è un programma di perdita di peso (o di aumento di peso) – e infatti, avere un obiettivo di peso o di indice di massa corporea (BMI) in mente quando si pratica il mangiare intuitivo può essere antitetico al modello stesso.

Altre restrizioni dietetiche possono complicare le cose. L'alimentazione intuitiva ruota intorno al fatto di non avere restrizioni nelle scelte alimentari, quindi può essere difficile se si hanno restrizioni alimentari obbligatorie a causa di allergie, colesterolo o preoccupazioni per la salute, o esenzioni religiose.

Può richiedere la consultazione di un professionista. Come con la maggior parte degli approcci alimentari, si dovrebbe consultare un dietista registrato, un nutrizionista, un consulente certificato per l'alimentazione intuitiva o un altro professionista della salute autorizzato prima di iniziare a seguire un nuovo modello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *